HOMEPAGE

STYLE FILE

#04 LO CHEF CHRISTOPHE DUFAU

CHRISTOPHE DUFAU

“Locavoro” è un concetto gastronomico fondato sui principi della stagionalità, della raccolta manuale e della prossimità, ossia dell’approvvigionamento degli ingredienti a una distanza non superiore ai 250 km dal luogo in cui saranno cucinati. Questa è la filosofia creativa e responsabile dello chef Christophe Dufau per il suo ristorante “Les Bacchanales”, sito a Vence, nei pressi di Nizza, e stellato Michelin.

Nato nell’idillico villaggio di Draguignan, non lontano da St. Tropez, Dufau ha sempre sognato di aprire un ristorante sulla Costa Azzurra e di cucinare per una clientela internazionale. “Mi ricordo di quando, da bambino, assistevo mia nonna in cucina”, racconta. “Rientrava in casa dall’orto e creava piatti meravigliosi con le verdure e gli odori appena raccolti”. Impegnato nel suo progetto di riscoperta della cucina familiare della sua infanzia, Christophe Dufau trascorre il tempo libero al mare, alla ricerca di alghe, o in campagna, intento alla raccolta di fiori e foglie, oppure nell’orticello che ha creato dietro il suo ristorante, in cui coltiva ben 25 varietà di erbe.

Sono le materie prime a caratterizzare le creazioni di questo chef, che realizza piatti meravigliosamente minimalisti, associando gamberi e melone, cernia e purea di albicocche, nespole e pepe rosa appena colto. I sapori sono sorprendentemente complessi, ma mai eccessivamente tecnici. “Questa è la mia versione della cucina nizzarda”, dice con una leggera alzata di spalle, “Mi piace che le cose restino semplici”.

Visto da Wallpaper*,
Fotografo James Reeve

STYLE FILE

#04 GALLERIA FOTOGRAFICA

UN EROE LOCALE

“Arrivare in cucina con un cesto pieno di timo appena colto è un’ottima maniera di iniziare la giornata”.

CHRISTOPHE DUFAU

RACCOLTO LOCALE

Fonti di ispirazione per Dufau: un libro di cucina degli inizi del Novecento, dei coltelli da cucina, alghe e vongole raccolte in spiaggia.

SCOPRI IL TUDOR HERITAGE CHRONO BLUE

STYLE FILE

#04 IMMAGINI E ISPIRAZIONI

05:00

Mercato

Ogni venerdì vado al mercato di Nizza per comprare le verdure. È un luogo che mi ispira perché ci sono sempre cose nuove da vedere, gusti e aromi nuovi da provare. La frutta e la verdura che scelgo mi aiutano a decidere i piatti da inserire nel menù di Les Bacchanales.

08:00

Raccolta

“Vivo vicino a una collina dai fianchi scoscesi, il Col de Vence, che sale fino a 1000 metri sul livello del mare”, dice Christophe Dufau. “Mi piace svegliarmi presto per esplorare i boschi e i campi in altitudine, alla ricerca di fiori e odori. Arrivare in cucina con un cesto pieno di timo appena colto è un’ottima maniera di iniziare la giornata”.

10:00

Cucina

A metà mattina inizia il lavoro in cucina. Traggo ispirazione da qualsiasi cosa per creare i miei piatti. Dall’arte e dalla natura certo, ma anche dal lavoro di mia moglie. Lei lavora l’argento e a volte, quando ho finito di cucinare, vado nel suo laboratorio e mi metto ad osservarla mentre lavora. Mi vengono nuove idee per le posate e le forme e le linee che crea mi ispirano spesso per la presentazione dei miei piatti.

15:00

La Chapelle

Il ristorante di Dufau è vicino a un monumento di grande significato artistico e architettonico: la Chapelle du Rosaire di Vence, altrimenti nota come Chapelle Matisse. “Sono un grande appassionato di Matisse e avere accanto questo luogo è un grande onore per me”, dichiara lo chef. “Se il lavoro non va bene e mi sento un po’ giù, faccio una passeggiata fino alla cappella e mi fermo a guardare il capolavoro di Matisse. Mi fa bene sentirmi vicino a questa straordinaria creatività, dopo un po’ di contemplazione sento sempre di aver recuperato le energie”.

17:00

Passione

Ho tre figli e adoro passare il mio tempo libero con loro, facendo pic-nic o andando in spiaggia. Oltre alla cucina, la mia passione è l’immersione in apnea. Vado alla ricerca di vongole, o del finocchio di mare. Il mare è importante per me – direi persino che è una parte di me.

STYLE FILE

#04 TUDOR BLU INTENSO

IL SAVOIR-FAIRE TUDOR

La nuova interpretazione dell’Heritage Chrono Blu (anche noto come Montecarlo) è stata presentata al Baselworld di quest’anno. Lanciato nel 1973, questo modello fu prodotto solo per alcuni anni e gli originali sono oggi molto ricercati dai collezionisti. Declinata nei toni del blu, dell’arancio e del grigio, la nuova versione è proposta con un bracciale in acciaio con fibbia pieghevole e con un cinturino in tessuto rinforzato con fibbia ad ardiglione.

SCOPRI IL TUDOR HERITAGE CHRONO BLUE

#05 L'ARTISTA DEL VETRO J. M. WINTREBERT

#06 IL PROFUMIERE BEN GORHAM

#07 IL GIOIELLIERE JORDAN ASKILL

#08 L'ARTISTA MIKE PERRY

#09 IL MIXOLOGO MATT WHILEY

#10 L’ARTISTA DEI FIORI AZUMA MAKOTO

#11 L’ARTISTA DELLA LUCE KIT WEBSTER

#12 IL CALZOLAIO MASARU OKUYAMA

#01 IL SARTO PATRICK GRANT

#02 L’INGEGNERE CHARLES MORGAN

#03 IL DESIGNER NITZAN COHEN